in

Coronavirus, le regole per ridurre le probabilità di contagio a casa

“State a casa il più possibile”, da più parti, è questa l’indicazione che arriva per contenere la crescita dei contagi. Eppure proprio tra le mure domestiche si stanno registrando la maggior parte dei nuovi contagi. Basta un convivente positivo al coronavirus e poca attenzione per trasformare i nostri appartementi in piccoli focolai: ecco le regole per evitarlo.

Non condividere – Ognuno in famiglia dovrebbe tenere per sé i propri accessori da bagno (accappatoi, teli, bicchieria ect). Idem anche quando ci mettiamo a tavola:  niente scambio di posate, bicchieri, tovaglioli etc… 

Inoltre il telefono non andrebbe mai condiviso. In caso di scambio o condivisione va prima sanificato.  

Meglio le scale che l’ascensore – Usare l’ascensore condominiale una persona alla volta o solo con i congiunti, Andrebbero comunque preferite le scale. E’ buona norma levarsi le scarpe prima di varcare la porta di casa.  

Niente estranei o amici in casa – Ridurre gli inviti di persone estranee al nucleo familiare al minimo indispensabile.  

Affetto a distanza – Cautela nelle effusioni (baci e abbracci) sia con i parenti e gli amici in visita che tra congiunti. 

Segnala

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Caricamento in corso…

0

Negli ospedali di Roma l’assedio delle ambulanze-Covid. “Così non reggiamo”

Coronavirus, Milano sfonda il muro dei mille casi in un giorno: 1.126